Diapositiva1Nei Giorni del Salone il Design è dappertutto anche nei Nidi e Scuole Spaziopensiero. In realtà, siamo abituati a confrontarci con il lavoro e il pensiero di grandi architetti e designer, a usare o abitare le loro opere, tutti i giorni.

Luigi Caccia Dominioni, è l’architetto dell’edificio che ospita PICCOLI&grandi. A lui siamo grati per la luce, l’aria, il verde da cui la sua architettura si lascia attraversare.

Bruno Munari è una delle nostre fonti d’ispirazione più importanti. Il suo pensiero ci illumina.

Monica Mazzolani e Antonio Troisi dello Studio Mtaa, hanno disegnato con noi gli spazi del Nido e della Scuola dando forma alle idee che andiamo facendoci su come i bambini usano lo spazio.

Attraverso il Pinocchio di Stefano Giovannoni ogni giorno passano infinite fantasie.

Giulio Iacchetti non può fare a meno di noi, viene a trovarci quasi ogni giorno.

Ferruccio Laviani è una presenza leggera, silenziosa, colorata e luminosa.

Philip Stark è molto conosciuto tra i nostri bambini, come il lupo dei tre porcellini.

Alex Hochstrasser è un genio che ha saputo dare forma all’irrinunciabile desiderio del bambino di trovare un grembo e un guscio che lo contenga, interpretare la precarietà della sua pretesa che sia per sempre e l’ineluttabilità di esserne lasciato scivolare fuori, trasformando tutto questo in un gioco.

Le torri impilabili di Francis Cayouette sono un classico per i più piccoli, mentre i trenini in legno di Henrik Johansson compiono ogni giorno viaggi più lunghi della Transiberiana.

E nei giorni bui e difficili chi lancia il May-day è sicuro che in Spaziopensiero c’è sempre un Konstantin Grcic che lo raccoglierà.