Diapositiva53 28. SE ASCOLTO DIMENTICO, SE OSSERVO CAPISCO, SE FACCIO IMPARO [B.MUNARI]
Spaziopensiero ha fatto proprio il monito di Bruno Munari e perciò privilegia un percorso di apprendimento che in ambito logico, linguistico, narrativo, relazionale e dei fenomeni naturali parte dall’esperienza e dal concreto e procede verso il concettuale e l’astratto.
Fare giocando aiuta a concentrare l’attenzione sull’attività e sulle proprie capacità, sul processo più che sul prodotto, senza frustrare la possibilità di un pensiero laterale, di una associazione libera, di un esito creativo.
9.SVILUPPO DEL LINGUAGGIO E BILINGUISMO
“Una lingua umana è un sistema di notevole complessità. Un bambino acquisisce questa conoscenza in un periodo di tempo relativamente breve e senza un addestramento specifico” [Noam Chomsky, Reflections on Language, 1975]
Il linguaggio si sviluppa nel bambino integrando la predisposizione innata e gli stimoli che provengono dall’ambiente, solitamente monolingue ma sempre più spesso bilingue.
Il linguaggio si sviluppa nel bambino grazie all’investimento emotivo e alla capacità del bambino di identificarsi con un adulto per lui importante.
Nei primi tre anni questo ruolo è svolto dai genitori e integrato dagli educatori.
Nel secondo triennio di vita, una volta acquisita e sviluppata la lingua madre, il bambino può applicare lo stesso metodo di apprendimento a una seconda o terza lingua.
Investendo affettivamente e identificandosi con una maestra madrelingua inglese il bambino italiano acquisirà la seconda lingua in modo naturale.