IMG_3699 24. LA SCOPERTA DELLE REGOLE E L’AUTODISCIPLINA

I bambini sviluppano il senso delle regole se le regole hanno un senso per loro. Si parte dalla regola base di evitare di fare danni, che non si possono riparare, all’ambiente, a se stessi, agli altri, all’ambiente e alle cose. Lo sviluppo del bambino tende a trovare un equilibrio tra l’espressione e il contenimento delle emozioni. Regole senza senso imposte dagli adulti possono turbare questo fragile equilibrio in divenire. Educatrici e maestre di Spaziopensiero lavorano per sostenere il bambino, la sua motivazione, la curiosità, la concentrazione, la creatività, la simbolizzazione.

5. LA RELAZIONE EDUCATIVA

La relazione adulto-bambino è una relazione asimmetrica con molti aspetti di reciprocità. Il bambino deve sviluppare una dipendenza buona dall’adulto per costruire la propria autonomia e conquistare progressivamente spazi d’indipendenza. L’individuazione dell’educatore di riferimento è una libera scelta del bambino favorita dalla capacità di ascolto che l’adulto dimostra nei confronti di quel bambino. Il percorso educativo è costruito su misura per ciascun bambino integrando i compiti educativi comuni con i compiti evolutivi individuali. L’educatore ha il compito di assicurare le condizioni affinché il bambino impari dall’esperienza che va facendo con gli altri bambini. L’educatore documenta le attività, offre una lettura delle esperienze di gioco e di apprendimento condotte dal bambino e dal gruppo di bambini, aiuta a trovare i legami di senso tra un’esperienza e l’altra, sottolinea gli apprendimenti impliciti e li riconduce a un percorso interdisciplinare, individuale e di gruppo.